USAThomas e Mari 2004
itinerariofotografieconsiglilinkdownloadnumeriraccontie-mail TMthesign
home » itinerario » est

Itinerario Est

 

Questa parte del viaggio (la prima) si è svolta nella zona nord-est degli Stati Uniti, quella tra le città di New York, Boston e i grandi laghi al confine col Canada:

Scegliamo New York per la comodità e maggior disponibilità di voli aerei da/per l'Europa e voli interni. Essendo già stati a NY in passato le dedichiamo giusto il tempo necessario per riprenderci dal volo e dal fuso orario e a girare un po' per la città.

Dopo una tappa a Cape Cod con la vana speranza di vedere le balene (pioveva) e la meritata consolazione a base di aragosta, il viaggio prosegue verso Boston, città per molti versi "europea", ma ricca di storia americana.

mappa stati uniti : itinerario nord est


A 500 miglia (come a Indianapolis!) dalla costa, in direzione ovest, ci sono le Cascate del Niagara (coinvolgenti nonostante la massa di turisti - come noi...). Qui entriamo in Canada, del quale esploriamo solo una piccola parte rurale, percorrendo la riva nord del Lake Erie.

Oltrepassata Detroit, che non ci interessa, giungiamo a Chicago, sulle rive del Lake Michigan. La città è un museo a cielo aperto dal punto di vista architettonico: per i vari stili e correnti tra cui la Scuola di Chicago, ma soprattutto per le numerose opere di Frank Lloyd Wright presenti nella vicina Oak Park.

Infine, torniamo a New York per prendere il volo per Los Angeles e per intraprendere la seconda parte del viaggio.




 Principali tappe:


Queste sono le principali tappe sulla East coast ed il resto del primo itinerario:

foto new york manhattanNew York
La vacanza inizia quando all'una di notte usciamo dall'aeroporto e New York ci si presenta così: umida, calda e appiccicosa. La metropolitana fino a Manhattan è bella fresca e, nonostante l'ora, molto tranquilla.
La scelta dell'albergo (economico) nel Chelsea si rivela subito azzeccata: siamo a due passi dal Madison Square Garden e vicini a molti luoghi di interesse. Essendo già stati a NY in passato, dedichiamo i giorni seguenti a bighellonare per la città con qualche sosta programmata: Times Square, Broadway, Rockefeller Center, la 5th Avenue, Central Park, Strawbery Fields, il Guggenheim. Poi Ground Zero, Wall Street e lo skyline di Manhattan al tramonto, visto da Brooklin.
L'ultimo giorno, la fortuna vuole che la macchina prenotata dall'Italia non sia disponibile e quindi ce ne danno una di livello superiore: una Dodge Stratus.

Cape Cod / Provincetown
La sosta seguente è all'estremità della penisola di Cape Cod, nella città di Provincetown, nota per le spiagge, gli artisti e la propensione al turismo gay, anche se è una destinazione davvero adatta per tutti. Purtroppo a noi capita la pioggia, e se non andiamo in spiaggia ci rifacciamo almeno con le economiche (solo da queste parti) aragoste!

Boston, Massachussetboston freedom trail
Continuiamo il viaggio verso una delle città più 'europee' d'America: Boston. Sede di prestigiose università, la città pullula di giovani studenti (ad agosto un po' meno del solito) ed offre alloggi di varie categorie. Noi optiamo per l'ostello Hi-Boston, non economicissimo, ma vicino al centro. Purtroppo l'ostello è sprovvisto di parcheggio e ci tocca lasciare l'auto oltre al Charles River, che separa Boston da Cambridge, reale sede della Harvard University e del Massachusetts Institute of Technology (MIT).
La città presenta molti luoghi storici legati all'indipendenza americana, a cominciare dalla Old State House, facilmente visitabili a piedi (contrariamente a quanto si possa pensare delle città americane) seguendo il primo tour storico pedonale: The Freedom Trail.

Niagara Falls
Dopo aver guidato ininterrottamente per 500 miglia giungiamo a Niagara Falls. Per la verità la città e i dintorni non offrono molte cose interessanti, a parte i casinò canadesi. La vera ed unica attrazione qui sono le cascate che il fiume Niagara crea nel percorso tra il lago Erie ed il lago Ontario. Quindi sostiamo all'ostello Hi-Niagara Falls e visitiamo le cascate: sopra e sotto!

foto chicago sears towerChicago, Illinois
Dopo una breve escursione in Canada, una sosta lungo le sponde del Lake Erie ed oltrepassata Detroit, arriviamo a Chicago.
Alloggiamo nella vicina (e più economica) Oak Park, tranquillo sobborgo di Chicago, sede di numerosi capolavori dell'architettura moderna ad opera di Frank Lloyd Wright.
Ogni giorno, in pochi minuti di metropolitana, raggiungiamo downtown Chicago e le sue spettacolari architetture: Mies van der Rohe, Adler e Sullivan... per citare solo alcuni degli architetti della Scuola di Chicago (Chicago School). Da non perdere le caratteristiche Chicago windows.

Il rientro a New York avviene attraversando l'Indiana, l'Ohio e la Pennsylvania, ansiosi di proseguire il nostro viaggio verso la costa occidentale degli Stati Uniti.

 




home | itinerario | fotografie | consigli | link | dowload | numeri | racconti | email
2005 © mariangela & thomas moore